Sabato, 18 Agosto 2018

 

 

Spiritualità Mariana

VOGLIA DI TRASPARENZA

Festività della Beata Maria Vergine di Lourdes

 

A cura della Redazione

 

11/02/2018 - "Voglia di trasparenza", è il titolo originale di uno scritto mariano di don Tonino Bello, e che oggi, festa della Beata Vergine Maria di Lourdes, vogliamo presentare nella sua parte finale. Un testo che fu preparato per il 43° Convegno Giovanile che si svolse nel dicembre 1988 a Cittadella di Assisi, e successivamente pubblicato in volume con il titolo Quella notte a Efeso. Lettera a Maria.

«Donna vestita di sole e coronata di stelle, dissigilla per noi una di quelle pergamene dove si parla del serpente antico che viene debellato per sempre. Oggi abbiamo bisogno di leggere i segni della speranza nelle vicende luttuose della Storia. (...)
Facci riscoprire il senso della vita: molti l'hanno perduto, e si aggirano come larve nei sotterranei della droga o consumandosi in una sfrenata libidine di distruzione. Voglia di trasparenza. Non abbiamo sentito mai così vivo il bisogno di vedere oltre. Oltre la vita, la morte, i sogni, il dolore, la gioia, la gloria. Oltre l'avvicendarsi delle stagioni, il germogliare dei fiori, il cadere delle foglie, il frantumarsi delle rocce. Dove vanno le lacrime delle madri? Qual è l'ultimo approdo dei naufraghi? Verso quali estuari sfocia il fiume degli oppressi? Quali traguardi taglierà la carrozzella dell'handicappato? C'è qualcuno che scrive sul palmo della sua mano il nome dei poveri, che non viene inciso su alcuna lastra di pietra? Che c'è oltre le fosse comuni degli Armeni? Che cosa è la felicità? Di quali comunioni più grandi sono frammento le tenerezze degli amanti? Perché la solitudine è amara? A quali lampeggiamenti allude il sorriso di un bambino? Perché Daniela sta morendo a vent'anni? Che fanno in cielo le stelle? (...)
Con un'ultima carezza sul capo, mi fai dare un'occhiata furtiva a un rotolo che è rimasto aperto sul tavolo:
"Non vi sarà più morte, né lutto, né lamento, né dolore: io faccio nuove tutte le cose. Non si udranno più voci di pianto e grida di angoscia. E non vi sarà più notte"».*

* Fonte: Antonio Bello, Quella notte a Efeso. Lettera a Maria, la meridiana - Luce & Vita insieme, Molfetta 1989.

© 2018 don Tonino, Vescovo - Tutti i diritti riservati